JOMI SALERNO NELLA TANA DELLA CAPOLISTA

Dopo aver superato brillantemente nel doppio turno di Coppa EHF le islandesi dell'IBV ed il Cassano Magnago nel recupero di campionato, la Jomi è attesa dal match in programma a Teramo, nella tana della prima della classe. Le abruzzesi precedono in classifica, di un punto, le Campionesse d'Italia che, in caso di vittoria, conquisterebbero la vetta solitaria. Quello di Teramo rappresenta un test davvero fondamentale nel percorso di crescita della compagine allenata dal coach Nasta che, probabilmente, non s'attendeva una crescita così rapida ed importante del gruppo a sua disposizione. “E' la classica prova del nove – sottolinea il tecnico – un test importantissimo per capire a che punto siamo, quali sono ancora i margini di crescita di questo gruppo il cui rendimento fino ad oggi è andato oltre le previsioni. Aspetto con curiosità di capire, contro un avversario che ha già dimostrato in questa parte iniziale della stagione il suo valore, a che punto è il nostro lavoro di ricostruzione. Se mi avessero detto di arrivare all'appuntamento di Teramo con quattro vittorie i campionato e due successi in Coppa EHF avrei sottoscritto immediatamente ma no per questo dobbiamo sentirci appagati. Spero soltanto – conclude – che la squadra abbia smaltito le fatiche di questi giorni. Abbiamo disputato tre partite tiratissime in appena quattro giorni e questo potrebbe un po' condizionare il nostro rendimento”. Non sarà facile però avere la meglio del roster abruzzese allenato dal coach Settimio Massotti che ha dalla sua un ottimo collettivo e alcune individualità di assoluto valore come la rumena Palarie, capocannoniere del massimo campionato con ben 51 reti all'attivo, la naturalizzata ex Sassari, Pastor, le italo cilene Canessa. Dal canto suo Salerno potrà contare sull'esperienza di Pavlyk, Avram, Napoletano e Coppola, sulla grande forma di Iacovello e Beba e sulla verve di Rita Trombetta e delle altre giovani del gruppo che, assaporato il gusto intenso della vittoria, non vogliono più fermarsi.

 

 

A SETTEMBRE riparte la Scuola di Handball

Anche quest'anno a settembre ripartiranno le iscrizioni per la Scuola di Handball.

 

A breve le date e le modalità di partecipazione.

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LA JOMI A SASSARI PER CHIUDERE IN BELLEZZA UN ANNO FANTASTICO

 

Superato anche l'ostacolo Palermo, partita che è servita anche per valutare il processo di crescita delle tante giovani da quest'anno inserite in organico, la Jomi sarà di scena a Sassari per il recupero della gara di campionato non disputata due settimane fa causa l'impegno di Coppa delle Coppe. Gara che nasconde diverse insidie quella che vedrà domani le salernitane di scena sul parquet del mitico PalaSantoru (ore 15), da sempre teatro di gara di formidabili sfide. La Sinergia Sassari non è la squadra che nelle ultime stagioni ha sempre insidiato alla Jomi il trono della più forte d'Italia, anche se molte delle attuali giocatrici del team sardo sono state in passato avversarie di Salerno nel team del presidente Pes che, quest'anno, ha passato la mano. “Non ci fidiamo affatto della classifica della Sinergia – dice coach Nasta – anche perchè nel loro impianto questa squadra è capace di qualsiasi impresa. Non ci fidiamo neanche della pesante sconfitta rimediata sabato scorso ad opera del Conversano, sappiamo bene che contro di noi, il Sassari tirerà fuori l'orgoglio delle tante campionesse in organico”. Ed in verità nelle fila della Sinergia giocano diverse giocatrici che, appena l'anno passato, hanno conteso lo scudetto alla Jomi Salerno fino all'ultimo secondo dell'ultima e decisiva gara di bella: il portiere Monreale, le ali Continui e Onnis ma non solo. Giocatrici di grande esperienza come Cucca, Pastor e Takacs sono avversarie temibilissime. “Ovvio che molto dipenderà dal nostro approccio alla gara. Se saremo molli e poco concentrate – dice il tecnico – ci potrebbe anche scappare la beffa, viceversa potremo tranquillamente centrare il filotto del sesto successo consecutivo. Molto, dunque, dipenderà anche dal nostro rendimento, dalla nostra condotta di gioco”. La Jomi ci tiene a chiudere in bellezza uno straordinario 2013 in quanto quella in terra sarda sarà l'ultima esibizione dell'anno. A causa dell'indisponibilità di Amelia Belotti, in partenza per la Serbia dove disputerà i Mondiali con la Nazionale Argentina, la Jomi non disputerà le ultime due partite in programma a dicembre (a Conversano e Teramo) che recupererà a gennaio. “Anche per questo motivo, non avendo poi più partite da giocare, è importante chiudere in bellezza un anno indimenticabile che ci ha visto primeggiare in tutte le competizioni”.

 

LA JOMI AFFRONTA IL SASSARI ALLA PALUMBO.

Non è lo stesso Sassari che ha conteso l'ultimo scudetto, avversario tradizionale di Salerno, rivale accreditato e di spessore, ma è comunque partita da non sottovalutare. La Jomi affronta le sarde, nelle cui fila militano, comunque, molte atlete protagoniste nello scorso mese di maggio della combattutissima finale scudetto. Alla Palumbo è in programma un testa-coda di difficile interpretazione soprattutto in considerazione dell'altalenante rendimento offerto dal Sassari capace di grandi prestazioni ed inattesi flop. “Una squadra indecifrabile – dice coach Nasta – perchè sulla carta presenta giocatrici di primissimo piano che, quando in giornata, possono mettere in difficoltà chiunque. Elementi del calibro di Contini, Onnis, Pastor, Cucca, il portiere Monreale per anni si sono espresse su altissimi livelli e credo che l'aria della Palumbo saprà infondere loro grandi motivazioni. Non ci fidiamo della loro posizione di classifica. Ci aspettiamo una gara estremamente combattuta”. Protesa verso il raggiungimento della pole position al termine della fase regolare, la Jomi, quando mancano tre gare al termine della prima fase della stagione, sa bene di non poter più commettere passi falsi. “Il Conversano non molla di un centimetro – aggiunge il coach della Jomi – e credo che arriveremo alla partitissima in programma tra tre settimane a Salerno in una situazioni di equilibrio. Il calendario ci propone prima Sassari e poi la trasferta di Palermo prima del big match e sarà importante fare bottino pieno”. Rispetto alla Jomi scesa in campo sabato scorso contro il Casalgrande, Nasta recupera Avram. “Un recupero importante – dice – perchè Laura ci dà grande equilibrio in attacco. E' una giocatrice esperta e di talento, brava come poche a leggere tra le pieghe della partita. Un recupero importante che arricchisce ulteriormente il ventaglio delle scelte”. La Jomi proverà a fare per intero il suo dovere aspettando, poi, notizie da Mestrino dove sarà di scena il Conversano. Se per le prime due posizioni il discorso è solo tra campane e pugliesi ben diversa è la situazione per le altre due posizioni che danno accesso alla fase ad orologio ed il Mestrino, per centrare l'obiettivo, dovrà cercare di realizzare l'impresa e battere la co-capolista.

 

 

LA JOMI PASSA ANCHE A CASALGRANDE

Quarto successo consecutivo per la Jomi Salerno che vince anche a Casalgrande, venendo a capo di una partita complicata come da aspettative.
Le padrone di casa hanno reso durissima la vita alle salernitane, dimostrando di non meritare l’ultima posizione in classifica. La Jomi ha avuto dalla sua la capacità di non demordere nei momenti topici del confronto, riuscendo nei 10 minuti finali dei due tempi di gioco a scavare il solco e a chiudere in proprio favore entrambi i tempi.
La cronaca della partita presenta tratti comuni per entrambe le frazioni di gioco, nei primi 20 minuti le due formazioni si equivalgono, ribattendo colpo su colpo, nei 10 minuti finali la Jomi allunga il passo, chiudendo sul 15 a 10, la prima frazione di gioco.
I primi venti minuti del secondo tempo, le emiliane sono brave a risalire a meno 1, ma la Jomi sempre in partita abile a respingere il contrattacco, chiude il match con il risultato di 25 a 29.
Ora per la Jomi Pdo Salerno il campionato si ferma, per giocare il secondo turno di Coppa delle Coppe alla Palumbo contro il Berger, nel doppio appuntamenti di sabato e domenica 16 e 17 c.m. alle 18.30.

Casalgrande Padana – Jomi Salerno 25-29 (p.t. 11-15)
Casalgrande Padana: Daviddi, Popescu 6, Klimek 8, Dallari, Furlanetto 8, Bertoli, Montanari, Neroni, Kere 1, Giombetti 1, Bassi, Musio, Bernabei, Fornari 1. All: Luca Montanari
Jomi Salerno: Avram 8, Ettaqi 3, Violante, Belotti 2, Coppola 3, Prunster, Diome 1, Lamberti, Iacovello, Pavlyk 6, Vinjukova 4, Lauretti Matos, Casale, Prast 2. All: Giovanni Nasta
Arbitri: Colombo – Fabbian

 

 

Altri articoli...

  1. bk-up home